RESTAURO "CAPPELLA DELLA PEZZALONGA"

LA CAPPELLA DELLA PEZZALUNGA UN PICCOLO GIOIELLO DELLA RELIGIOSITA’ POPOLARE

Era il 5 Agosto del 2000 quando fu inaugurato il restauro della cappella della Pezzalunga.
Per l’occasione la solenne processione con il simulacro della Madonna della Neve partì proprio da quel piccolo gioiello della religiosità popolare che ha sfidato i secoli col suo fascino antico.
Si tratta di un’elegante edicola tardo settecentesca che rappresenta un dipinto coevo raffigurante la Vergine col Bambino, due santi ed angeli, eseguiti con la tecnica detta «tempera a calce» o «fresco-secco».
Col passar degli anni, purtroppo, il dipinto aveva subito un progressivo deterioramento a causa degli agenti atmosferici.
Da qui la necessità di un intervento conservativo e di restauro. Il dipinto, infatti, mostrava in diverse parti lacune causate da distacco o sollevamento dell’intonaco preparatorio.
Il colore, principalmente costituito da ossidi, aveva subito un forte dilavamento a causa della pioggia. L’operazione di restauro ha richiesto una pulitura attenta per rimuovere quanto di estraneo alla natura dell’opera.
Nella seconda fase si è proceduto al consolidamento delle porzioni di intonaco sollevate, facendole aderire nuovamente al supporto murario.
Dopo questa operazione preliminare si è passati al riempimento delle lacune con materiale compatibile (grassello di calce e sabbia) e alla reintegrazione pittorica con colori reversibili.
Un recupero ben fatto che rende ancora fruibile un’opera certamente attribuibile ad una mano esperta anche se non facilmente individuabile.
Il dipinto prima e dopo l’intervento di restauro